Il Montenegro

Il paese confina a Nord e a Ovest con la Bosnia-Erzegovina, a est con la Serbia, a sud con l'Albania ed è bagnato a sud-ovest dal mare Adriatico.

 

La costa del Montenegro gode di un clima mediterraneo con estati secche e miti ed inverni piovosi.

Come la maggior parte delle aree lungo il Mar Mediterraneo, le piogge si verificano principalmente durante l'inverno.

La capitale, Podgorica, che si trova sulla pianura centrale, è il luogo più caldo del paese, con temperature medie estive di 27°C.

 

Le temperature del mare variano tra i 10-12°C in inverno e i 25-28°C in estate.


Il periodo migliore per visitare il Montenegro sono i mesi tra Maggio e Settembre.

 

Concentrati in una piccola area troverete un mare con belle spiagge, fiumi con canyon unici, laghi e montagne maestose.

Il Montenegro è una terra di contrasti e bellezze naturali: si passa dalla bella e frastagliata costa (la costa montenegrina è lunga 293 km con 73 km di spiagge si sviluppa su 117 località) con interessanti cittadine storiche veneziane come Budva e Cattaro (Kotor) fino a giungere alle alte vette dei monti Durmitor, Bjelasica, Komovi e Visitor.

Nelle città costiere la vita è movimentata tutto l'anno..basti ricordare il carnevale di Kotor (Cattaro) , la festa delle Mimose ad Herceg Novi , il festival della canzone "Suncane skale" , il festival del cinema , la manifestazione "Grad teatar" a Budva. Memorabili sono anche le feste della notte di San Silvestro sulle strade delle città litorali.

Il Montenegro è il paese più giovane al mondo, nato il 22 maggio 2007 dopo la separazione dalla Serbia.

Oggi è un paese che si affaccia sempre più energicamente nel panorama turistico europeo, dove una vacanza scorre alla scoperta delle meraviglie artistiche, culturali, naturali e paesaggistiche rimaste nascoste fino ad ora.

Senza dimenticare il divertimento sportivo durante il giorno, la vita notturna nei locali ed i Casinò, l'ottima gastronomia montenegrina da gustare nei locali tipici del centro storico o del lungomare ed il sorriso con cui i montenegrini accolgono i loro ospiti!

La bellezza di questa repubblica balcanica è stata per anni il segreto meglio custodito d’Europa.

Adesso i viaggiatori alla ricerca di luoghi esotici e sconosciuti guardano con interesse a questo bellissimo paese.

La costa montenegrina per l’estate, le secolari fattorie in pietra dell’entroterra, e i bellissimi palazzi storici nei centri antichi sono al centro dell’interesse dei visitatori.

Il Montenegro è una perla incontaminata: il suo mare azzurro e la sua natura intatta lo rendono unico.

Primo, ed al momento unico, Stato al mondo ad autoproclamarsi “ecologico”, principio sancito nella Costituzione, per la presenza di quattro parchi nazionali dalle diverse caratteristiche floro-faunistiche, il Montenegro è un Paese ricco di fascino ed atmosfera.

I paesaggi diversi si accostano gli uni agli altri con una bellezza da mozzare il fiato: la montagna degrada sul mare, e in pochi chilometri si passa dalla costa aperta al mare racchiuso in una baia incantevole.

Storia del Montenegro

Nel Medioevo il Montenegro, denominato Zeta, fu un principato indipendente al capo del quale si avvicendarono numerose dinastie e numerosi governanti.

Quando i Turchi conquistarono i Balcani nel XV secolo, anche il Montenegro cadde sotto il loro dominio diretto.

Alla fine del XVII secolo i Turchi subirono numerose sconfitte ad opera dell'Austria. L'indebolimento dell'Impero Ottomano permise al Montenegro di ottenere una certa autonomia.

Divenne un paese tributario dell'Impero Ottomano governato dai propri principi-vescovi (che avevano il titolo di "vladica"). Questi vladica, per quanto riguarda la loro funzione religiosa, erano metropoliti dipendenti dal Patriarcato Serbo-Ortodosso.

Da allora i vladica divennero ereditari nella dinastia Petrović Njegoš. Nel corso dell'Ottocento si ebbero varie guerre turco-montenegrine, attraverso le quali il piccolo stato riuscì ad allargare i propri confini.

Nel 1852 il vladica, sempre della dinastia Petrović Njegoš, rinunciò alla carica ecclesiastica, conservando il solo potere temporale, e prese il titolo di principe. Durante il Congresso di Berlino del 1878, il paese ottenne il riconoscimento internazionale della sua indipendenza, a seguito della crisi dell'Est (1875 - 1878).

E così il Principe poté far sposare sua figlia Elena all'erede al trono d'Italia, il futuro Vittorio Emanuele III. Nel 1905 fu concessa una Costituzione e nel 1906 lo stato montenegrino per la prima volta batté moneta.

Al culmine di questo processo di modernizzazione, il 28 agosto 1910, il principe Nicola Petrović Njegoš di Montenegro si autoproclamò re, fondando il Regno del Montenegro. Le Guide Hermitage - Montenegro montenegro Pagina 5 Nel 1918 il Montenegro perse la sua indipendenza ed entrò a far parte del Regno dei Serbi, dei Croati e degli Sloveni.

I montenegrini rimasti fedeli al re Nicola si ribellarono nel 1919, per poi essere vinti dall'esercito del nuovo Stato nel 1924. Nel 1941 durante l' occupazione italiana fu creato un nuovo Regno del Montenegro sotto il protettorato italiano.

Lo status del Montenegro e, in particolare, la fine dell'unione con la Serbia sono stati decisi dal referendum sull'indipendenza del Montenegro del 21 maggio 2006, il 55,5% si è espresso a favore dell'indipendenza del paese.

Di conseguenza, il Parlamento del Montenegro ha intrapreso le procedure legali per dichiarare l'indipendenza raggiunta il 3 giugno 2006.

Il 22 ottobre 2007 è stata promulgata ufficialmente la nuova Costituzione.


In Montenegro vi accoglierà gente cordiale la cui tradizione comprende il rispetto per il turista. Vi accoglierà gente leale al proprio paese , orgogliosa degli antenati di cui porta il nome e cui il patrimonio custodisce.

2014-12-22
Il rapporto sul Montenegro - 2014
Pubblicato dall'Agenzia di promozione degli investimenti del Montenegro il report sullo stato del Paese 2014.   Un ottimo [continua]
2014-12-10
La Cinematografia montenegrina a Bari
Le "Giornate culturali del Montenegro a Bari" proseguono mercoledì 10 con una serata dedicata al cinema al Cineporto di [continua]
2014-12-10
Incontro tra i Sindaci delle città di Bar e Bari.
In occasione dell'inaugurazione delle "Giornate culturali del Montenegro" il Sindaco di Bar Sig. Zoran Srzentic ha incontrato il [continua]
2014-12-09
Mostra " Le Giornate culturali del Montenegro"
Una mostra dedicata alla giovane arte contemporanea del Montenegro inaugura martedi' 9  dicembre  alle ore 19 presso [continua]